Post in evidenza

AVVISO TRASFERIMENTO BLOG:

Leggi Articoli completi sul nuovo sito:                    nicovendome.altervista.org/   nicoven...

TRADUTTORE GOOGLE

10 settembre 2014

BOICOTTA ISRAELE Al Campionato Europeo UEFA 2020.


Il presidente della UEFA Michel Platini si trova ad affrontare la decisione di escludere l'offerta israeliana di ospitare il Campionato Europeo UEFA 2020.
Prevista il 19 settembre la decisione su 12 città in tutto il torneo.
Squadre di calcio palestinesi e le ONG hanno scritto a Platini sostenendo che tenere le partite di UEFA 2020 a Gerusalemme equivarrebbe a "premiare" Israele per il suo massacro di più di 2.100 palestinesi, tra cui oltre 500 bambini, durante il suo recente assalto di 52 giorni su Gaza.
"Dare a Israele il privilegio di ospitare un grande torneo sportivo internazionale, poche settimane dopo aver effettuato un sanguinoso massacro dei palestinesi nella Striscia di Gaza assediata, avrebbe dato il via libera ai futuri crimini di guerra", ha detto Abdulrahman Abunahel, il coordinatore a Gaza con l' Boicottaggio palestinese, Disinvestimento e Sanzioni Comitato Nazionale (BNC).



I palestinesi di Gaza vogliono godersi il bel gioco tanto quanto chiunque altro, ma Israele ha lanciato una guerra sul calcio, uccidendo calciatori, bombardando stadi e rifiutando di permettere ai giocatori di viaggiare per le partite. La UEFA deve attuare il suo dichiarato impegno per i diritti umani e mostrare a Israele il cartellino rosso ", Abunahel ha aggiunto.
Tra quelli uccisi nel recente massacro di Israele c'erano Ahmad Muhammad al-Qatar e Uday Caber, due 19enni calciatori all'inizio della loro carriera, e 49enne Ahed Zaqout, una leggenda del calcio in Palestina conosciuto come "la voce del calcio "per i suoi commenti dal vivo. 32 impianti sportivi e circa 500 case di atleti sono stati danneggiate




La lettera di Platini avverte anche la UEFA che, permettere alla Federcalcio israeliana di ospitare i giochi 2020 a Gerusalemme, legittimerebbe lo spostamento forzato da parte di Israele dei palestinesi dalla città occupata di Gerusalemme Est, che è riconosciuto come territorio palestinese occupato dalla UE e ONU.
Israele ha recentemente annunciato l'intenzione di espandere ulteriormente gli insediamenti illegali israeliani a Gerusalemme Est, un passo che le Nazioni Unite e altre agenzie hanno avvertito porterà ad ulteriori espulsioni e gli sgomberi forzati dei palestinesi dalle loro case.
Non ci sono praticamente strutture di calcio a Gerusalemme Est, ed è quasi impossibile per i palestinesi giocare a calcio, a causa delle severe restrizioni israeliane, di spazio e di sviluppo palestinese.
"Le politiche di Israele a Gerusalemme sono esplicitamente progettate per spostare con la forza i palestinesi dalla città per far posto alla continua espansione degli insediamenti israeliani illegali. Proprio Giovedi scorso, il comune israeliano di Gerusalemme ha dato la linea verde di un piano per costruire 2.200 appartamenti a Gerusalemme Est occupata. "




"Se la UEFA decide di consentire parte del suo torneo di calcio, che si terrà a Gerusalemme, si fornirà un sostegno tacito alle gravi violazioni del diritto internazionale, che Israele sta commettendo in città ", ha detto Abunahel.
La FA palestinese ha già chiesto che la Federcalcio israeliana sia espulsa dalla Fifa per la mancata protesta contro gli attacchi di Israele in materia di sport palestinese.
Le forze militari israeliane attaccano regolarmente i calciatori palestinesi per impedire loro di fare spostamenti per giochi e formazione. Due professionisti aspiranti adolescenti sono stati volutamente lasciati a piedi dalle forze israeliane all'inizio di quest'anno durante il rientro a casa da una sessione di allenamento.
Nel 2010, il presidente della UEFA Michel Platini ha dichiarato: "Israele deve scegliere tra permettere allo sport palestinese di continuare e prosperare o essere costretti ad affrontare le conseguenze per il loro comportamento".
Platini e la UEFA dovranno affrontare mesi di proteste e polemiche intense se decidono di assegnare a Israele il diritto di ospitare UEFA 2020 giochi.


 

In una lettera pubblica, per protestare contro la decisione della UEFA di permettere a Israele di ospitare il torneo Under 21 nel 2013, più di 50 calciatori, tra cui Didier Drogba e Frederik Kanoute , hanno chiamato il torneo israelo-hosted "una ricompensa per le azioni che sono contrarie ai valori dello sport".


- See more at:
http://www.bdsmovement.net/2014/uefa-faces-israel-controversy-12663#sthash.INvF9UMF.dpuf